Scuola Calcio: la Primavera Chaminade tocca quota 200

140219-chaminade-campobasso

Un altro traguardo è stato raggiunto e non siamo neanche a fine stagione, la Primavera Chaminade nei giorni scorsi ha toccato quota 200 iscritti. Il nuovo sodalizio ha visto l’unione di due società storiche, da un lato la Primavera dedita al calcio dall’altro la Chaminade focalizzata sul calcio a 5. La collaborazione tra questi due club ha dato vita ad un nuovo progetto ed un nuovo staff tecnico, unito da un unico obiettivo: la crescita psico-fisica del bambino. I due presidenti si sono detti entusiasti del traguardo raggiunto.
Il numero uno della Chaminade Franco Bossi: “Ad inizio stagione credevamo in una risposta positiva ma nessuno immaginava che si potesse arrivare a questi numeri nel corso dell’anno. Uno dei nostri obiettivi era quello di rivitalizzare gli impianti dello Sturzo e riportali al centro dell’attività sportiva della città e direi che ci siamo riusciti in pieno. Questi numeri ci caricano di grandi responsabilità e ci spingono ad impegnarci sempre di più”. La collaborazione tra Primavera e Chaminade ha fatto aumentare i numeri degli iscritti ma anche la qualità dell’ offerta tecnica, il patron Panichella: “Dopo l’aumento degli iscritti a 200 unità e’ aumentato contemporaneamente anche la qualità e l’offerta tecnica. Lo staff è composto da allenatori qualificati e tanti altri si sono avvicinati alla nostra società perchè vorrebbero far parte del grande progetto Primavera Chaminade. I genitori sono sempre più interessati a seguire i propri figli e possono riscontrare che alla base di queste discipline calcio e calcio a 5 ci sono principi educativi, sano rispetto reciproco e senso civico “. Quartier generale della Scuola calcio l’area sportiva Sturzo, il patron Domenico Scarnata: “È stato possibile investire in questo nuovo progetto anche grazie all’impiantista sportiva. Sono felice di essere stato il collante e fautore di questo progetto di unione tra le due società dove ho potuto incrociare la stretta collaborazione di due presidenti Bossi e Panichella di assoluto valore che tengono davvero tanto alle società e che hanno voluto aderire per primi a Campobasso al progetto “Futsal in soccer” lanciato su scala Nazionale dalla Divisione Calcio a 5″. Primavera Chaminade 1.0 con tante novità, prosegue Scarnata: “Futsal in Soccer” è un progetto serio capace di portare anche dei risultati tangibili e documentabili. A livello Nazionale è stato lanciato ed avviato quasi un anno fa da Andrea Montemurro, Presidente della Divisione Calcio a 5 della Lega Nazionale Dilettanti, e dall’attuale CT della Nazionale Calcio a 5 Alessio Musti . “Futsal in Soccer” si propone di creare una sinergia tra i club di calcio a 11 ed il futsal, con l’obiettivo di favorire la crescita del giovane calciatore dal punto di vista tecnico e non solo. Non è un caso che alcuni dei più grandi calciatori del pianeta, come Ronaldinho, Neymar, Ronaldo ed Iniesta, abbiano iniziato il loro percorso sportivo e di fenomeni del “futbol” proprio con il calcio a 5. Questo nuovo progetto tra la Primavera e la Chaminade è nato anche grazie all’impianto “Sturzo” che la Chaminade gestisce, questo ci consente di sviluppare l’offerta tecnica e formativa a 360° in quanto dispone di una palestra attrezzata per il calcio a 5 e un campo all’aperto quasi regolamentare per il calcio a 11. In questi mesi ho visto all’opera tutti i vari tecnici che ogni giorno sono sul campo insieme ai bambini e ai ragazzi e devo evidenziare che sono molto soddisfatto di come si svolgono le attività perchè ho constatato personalmente che si applicano con assoluta dedizione e credo che il risultato raggiunto ne è la conferma. Il traguardo dei 200 iscritti è un obbiettivo raggiunto che ci inorgoglisce tutti e ci da la carica giusta per fare sempre meglio. Vorrei ringraziare tutti i partecipanti attivi del progetto dalla segreteria, ai responsabili tecnici, ai tecnici che lavorano con i bambini e i ragazzi e agli addetti alle strutture che consentono il regolare svolgimento di tutte le attività nel migliore dei modi”.
Sul fronte tecnico Massimiliano Marsella responsabile organizzativo della scuola calcio Primavera Chaminade ha commentato: “Il progetto Primavera Chaminade nato questa estate prevedeva una serie di obiettivi, ma mai ci saremmo aspettati un così alto numero di tesserati, che in questi giorni continua a crescere. Probabilmente l’ottimo lavoro svolto fin qui dai nostri tecnici, ha dato vita ad un passaparola sia da parte dei bambini che dei loro genitori. Non crediamo che il risultato finale sia vincere una gara, raggiungiamo il nostro traguardo ogni volta che un bambino è contento di giocare con una palla”.

Scroll Up

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi